Home


Copyright © Enzo Vacca 2016

Home



Un’arpa per una terra

Il progetto nasce dall’esperienza maturata in questi ultimi quindici anni con i musicisti Bretoni con i quali ho collaborato e mi sono formato. Lavorando con Dominig Bouchaud, mi sono reso conto della grande ricchezza contenuta nel repertorio tradizionale piemontese, a partire dalla ballata epico-lirica sino ai repertori più conosciuti di danza e canzoni popolari in genere.

Il sistema di raccolta delle registrazioni dei materiali tradizionali messo in atto in Bretagna sin dalla metà del secolo scorso mi ha spinto ad un primo generico censimento di quanto esista in Piemonte, scoprendo così archivi più o meno importanti e conosciuti. La raccolta personale e diretta di testimonianze orali, dati e documentazioni è dunque diventata parte integrante, se non fondante, di tutto il mio lavoro, arrivando a dare concretezza al progetto con la produzione, ad oggi, di tre Cd che, pur partendo dalla stessa radice, vale a dire registrazioni originali per sola voce o strumento, si è articolato ed è cresciuto negli arrangiamenti, negli organici e negli stili di riferimento utilizzati. Da Rèis, scarno ed essenziale, si arriva a Teresa, dove i rimandi alla musica contemporanea, al Pop al Jazz, e naturalmente alla musica tradizionale bretone, sono ampiamente presenti. Detto questo, non è mia intenzione svolgere una attività filologica o di pura ricerca accademica, resto e voglio restare musicista.. Ho avuto la fortuna di poter contare su una personale finestra temporale, dalla mia infanzia sino alla mia adolescenza, in cui ho vissuto e respirato direttamente la cultura contadina e le sue tradizioni, la conoscenza della lingua e di molti suoi dialetti, di modi di dire, di racconti, usanze, persone, luoghi . . .

Tutto questo incide profondamente sul mio modo di arrangiare e di comporre insieme alla mia storia personale di “ascolti” . Questa musica ha molto da dire e da offrire, il mio è un modo, una proposta, una possibilità, spero ne seguano altri, coscienti sempre della grandezza del repertorio davanti al quale ci troviamo a cui va dato il rispetto e la riconoscenza.


Biografia


Enzo Vacca (1960), ha iniziato a suonare nell’ambito della musica tradizionale sin da giovanissimo. Chitarrista in origine, ha studiato in seguito ghironda, dulcimer, bouzuki, mandolino e mandoloncello. Dal 1986 al 1998 fa parte di alcuni gruppi di musica tradizionale e nel 1995 inizia lo studio dell’arpa celtica con Enrico Euron e prosegue gli studi frequentando regolarmente il Centro Culturale Bretone Amzer Nevez di Ploemeur nei pressi di Lorient in Bretagna. Nel 1999 fonda i Musici Vagantes, con il quale svolge un’ intensa attività concertistica e partecipa ai più importanti festival celtici italiani.     

Dal 2002 perfeziona lo studio e la tecnica sotto la guida costante di Dominig Bouchaud, con particolare attenzione al lavoro di trascrizione ed arrangiamento delle melodie tradizionali sull’arpa celtica. Nasce durante questo lavoro il progetto sulla musica tradizionale piemontese che diventerà il Cd Rèis, arpa tra Piemonte e Bretagna uscito nel luglio 2004. Da questo momento il lavoro sul repertorio tradizionale piemontese è predominante e con la partecipazione al 29th Edinburgh International Harp Festival nel 2010 avviene il riconoscimento di questo repertorio da parte del mondo arpistico internazionale. Nel luglio 2007 esce il cd EVOA!  in collaborazione con Yves Ribis, una delle chitarre storiche di Alain Stivell, anima e fondatore dell’ensamble Arz Nevez, e finalmente nel 2010 vede la luce il lavoro su Teresa Viarengo,  da sempre riferimento ed ispirazione nel lavoro di Enzo.

Tutti i lavori hanno avuto segnalazioni della critica nelle riviste specializzate e TradMagazine ha attribuito l’etichetta Bravos! al Cd EVOA! e al recente Un’arpa per Teresa.

Ha pubblicato insieme a Françoise Le Visage nel 2010 il primo videometodo per imparare l’arpa celtica, unico nel suo genere.

Nel 2012 è invitato alla Nuit de la harpe celtique, al prestigioso Festival Interveltique de Lorient dove con Françoise Le Visage presenta l’anteprima di un nuovo cd che uscirà nell’estate 2015 dal titolo Gwiadenn.